Un po’ come i Rolling Stones
Driiiin...La porta si apre sulla sala, circa trenta piccoli omini mi accerchiano, e per me è davvero la fine: chi si aggrappa ai pantaloni, chi cerca di "scalarmi", chi mi strattona...e le maestre, divertite, che guardano e provano a dire qualcosa...già, provano...in tre, due, uno facciamo come i rolling stones, ci troviamo tutti a terra, a ridere come dei carciofi...sistemo la mascherina, cerco di rialzarmi.
sossposi, sposi, sos, blog, mago, guglielmo wilson, guglielmo, mago, wilson, bimbi, magia, intrattenimento
2663
post-template-default,single,single-post,postid-2663,single-format-standard,bridge-core-2.5.4,,qode_grid_1300,qode-theme-ver-23.9,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.1,vc_responsive
 

Un po’ come i Rolling Stones

Febbraio 2021

Driiiin…La porta si apre sulla sala, circa trenta piccoli omini mi accerchiano, e per me è davvero la fine: chi si aggrappa ai pantaloni, chi cerca di “scalarmi”, chi mi strattona…e le maestre, divertite, che guardano e provano a dire qualcosa…già, provano…in tre, due, uno facciamo come i rolling stones, ci troviamo tutti a terra, a ridere come dei carciofi…sistemo la mascherina, cerco di rialzarmi.

Lavorare negli asili è un privilegio. Insegnare teatro e magia è un onore. E quando ti trovi sul palco con quei piccoli cuccioli, ancora senza maschere nè finzioni, capisci che al mondo c’è davvero ancora qualcosa di buono per cui vale la pena alzarsi la mattina.

I minuti passano veloci, tra un gioco, un esercizio e una risata. La musica ci insegna a coordinare i movimenti, il palco a muoverci correttamente nello spazio.

Per lavorare con i bambini, proporre loro attività e spettacoli accattivanti, bisogna assolutamente ragionare come bambini. E per farlo non ci si improvvisa. Perchè loro non hanno filtri, perchè loro non perdonano. E se il mago sbaglia, non mugugnano, loro urlano e ti fanno sentire piccolo piccolo.

Professionalità, giuste scelte, tanta pazienza. Ma come arrivarci? In un solo modo. Potranno proporvi mirabolanti corsi, entusiasmanti stage, ma i risultati si ottengono solo con l’esperienza. E’ per questo che in più di vent’anni di intrattenimento ho assorbito, come una spugna, tutti gli umori (e i malumori) dei piccoli ospiti. E regolarmente si deve cambiare: perchè quando crediamo di aver trovato la formula giusta, il piano perfetto, ecco che i bimbi “mutano”. Già, che strano processo quello del cambiamento. Ogni quattro/cinque anni, ciclicamente, i bimbi fanno delle significative variazioni. Millemila i motivi, ma il saper stare al passo con il loro pensiero è fondamentale per poter portare in scena sempre il prodotto migliore.

E così, quando meno te lo aspetti, ti trovi accerchiato, senza via di fuga, con nessuno pronto ad aiutarti. E loro, senza la minima pietà, ti saranno addosso in un battibaleno, e tu ti ritroverai a terra, con un livido in più. Ma felice. Un po’ come i Rolling Stones…

I pensieri di un Mago

Cari amici sposi, in questa sezione vedrete fluttuare pensieri ed emozioni. Attimi di magia vissuti, esperienze d’arte meravigliose, sorrisi di bimbi e genitori. Tutto quello che si può definire davvero incantato e che…

No Comments

Post A Comment